PS - Polistirene (HIPS, GPPS)

FILAMENTO FFF
Il polistirene è uno dei polimeri termoplastici più vecchi, risalendo al 1930, quando le pioniere BASF in Europa e DOW negli Stati Uniti iniziarono il suo sviluppo. Oggigiorno, dopo alcune fusioni e acquisizioni, i produttori più importanti di polistirene sono diventati Trinseo, Styrolution e Total.

I gradi di polistirolo possono essere suddivisi in due gruppi principali:

  • GPPS – polistirolo cristallo; 
  • HIPS – polistirolo antiurto.

Il GPPS o polistirolo cristallo è totalmente trasparente ma fragile ed è ampiamente usato per applicazioni di imballaggio alimentare o per la produzione di espositori.

L’HIPS o polistirolo antiurto, prevede l’aggiunta di una gomma butadienica come modificante all’urto, che conferisce al materiale una migliore prestazione in caso di impatto, pur determinando la perdita di trasparenza.

Il polistirene è di facile lavorabilità, ha una brillantezza che lo rende esteticamente gradevole ed è ancora il materiale di elezione per la termoformatura. L’applicazione più nota del polistirene è quella dei vasetti per lo yogurt.

Un’altra importante applicazione nel campo della termoformatura del polistirene è quella che riguarda le parti interne dei frigoriferi e dei congelatori, per la quale sono stati progettati dei gradi speciali con elevata resistenza allo stress cracking (ESCR).

Le principali caratteristiche delle poliammidi sono:

  • La resistenza all’invecchiamento alle alte temperature e nel tempo;
  • L’elevata resistenza e rigidità;
  • La tenacità funzionale anche alle basse temperature;
  • L’elevata fluidità, per un’agevole riempimento degli stampi;
  • Un’intrinseca resistenza all’ignizione;
  • Eccellenti proprietà dielettriche;
  • Una buona resistenza all’abrasione;
  • Un’eccezionale resistenza chimica;
  • Un’alta barriera/resistenza ad agenti chimici quali la benzina, i grassi e gli aromi;
  • Un’elevata barriera all’ossigeno;
  • Assorbimento di acqua;
  • Un eccezionale rapporto prezzo/prestazioni.